VENDEMMIA

La cernita delle uve più idonee

La vendemmia è il momento determinante del  nostro lavoro. La vite, curata e seguita con costanza e attenzione, ci ricompensa con i suoi meravigliosi frutti, oramai giunti alla giusta maturazione.

Iniziamo la vendemmia con la cernita delle uve più idonee a diventare Recioto e Amarone: i grappoli più spargoli  vengono raccolti e messi in piccole cassette che dai vigneti vengono deposti nel  fruttaio dove  potranno riposare e “appassire” per più di tre mesi prima di essere pigiati.

La raccolta, rigorosamente a mano

Si procede dunque con la raccolta, rigorosamente a mano: una parte di quest’  uva viene fatta appassire in casse per circa un mese e diventerà il Superiore Valpolicella, l’altra va a produrre i nostri vini giovani Valpolicella “Terre di Lanoli” e Soave “Vigne di Sande”.

Per la preparazione di  alcuni vini  come il Soave Riserva Superiore Docg o il nostro “Tanbè”, abbiamo bisogno di grappoli  particolarmente maturi, con una gradazione e delle caratteristiche diverse dall’uva raccolta in precedenza. E’ il momento della vendemmia tardiva, che comincia dopo 30-40 giorni dalla raccolta principale, giusto il tempo per permettere all’uva di raggiungere in modo naturale le caratteristiche necessarie alla creazione di questi vini.

gruppo caestreri
VILLA CANESTRARI
PUNTO VENDITA
MUSEO DEL VINO

TENUTA CASALETTI